Finis vitae

Il biotestamento tra diritto e religione
Alessandro Palma

Anno di pubblicazione: 2018
Formato: 184 p. /b. n.
Collana: ingegni
ISBN: 9788899443467

10,00

Tutti i prezzi includono l'IVA

Quantità

L’accanimento terapeutico, l’eutanasia e il suicidio assistito sono soltanto alcune tra le questioni che rappresentano le nuove soglie del “fine vita” e che, in presenza di diversi paradigmi di matrice religiosa e culturale, rendono ancora più arduo un intervento normativo.
La legge 219 del 2017 “in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento (DAT)”, rappresenta dunque un punto di svolta per il nostro Ordinamento giuridico poichè si innesta sul difficile equilibrio tra le specificità della coscienza individuale e l’universalità della coscienza civile ed affronta il tema dell’inclusione giuridica delle diversità con un nuovo paradigma di governance in grado di bilanciare i diritti fondamentali coinvolti.
L’Autore affronta gli aspetti della legge sul biotestamento che tenta di ridurre ad unum – come pur deve fare uno Stato laico – i differenti e molteplici orizzonti di senso indagando i diversi modi in cui differenze culturali e religiose necessariamente incidono sul valore della vita e della concezione dell’essere umano, sulle scelte sanitarie e, quindi, sulla disponibilità pubblica del bene salute. Dilemmi, limiti, paradossi e scetticismi sorgono, così, da una rilettura dell’impianto normativo alla luce dell’attuale situazione socio-culturale e non appena ci si allontana dai principi generali dell’Ordinamento per approdare ai casi concreti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Finis vitae”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Biografia dell'autore

Alessandro Palma, avvocato e specializzato in professioni legali, è dottore di ricerca in Filosofia del Diritto e cultore della materia in Diritto Ecclesiastico e Diritti Confessionali presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.
È Tutor di Diritto Costituzionale alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II nonché Tutor di Diritto Ecclesiastico presso l’Università Telematica Pegaso.
I suoi interessi di ricerca vertono principalmente su questioni di bioetica e biodiritto, con particolare riguardo alle tematiche della fine vita e dei diritti fondamentali; sull’esperienza religiosa alla luce delle neuroscienze e della psicologia evoluzionistica e cognitiva; sui rapporti tra diritto e religione e sugli strumenti di inclusione giuridica delle diversità culturali nelle società multiculturali.

Potrebbero interessarti

Commenti